Politecnico di Milano | Dipartimento ABC | Dipartimento DAStU | Dipartimento di DESIGN

KEYNOTE SPEAKERS

LIVIO DE LUCA

Architetto, dottore di ricerca alla Arts et Métiers ParisTech (Scuola Nazionale Suoeriore di Arti e Mestieri), HDR (Habilitation à Diriger des Recherches) in informatica, Livio de Luca è Direttore di ricerca al CNRS e direttore dell’ l’UMR (Unités Mixtes de Recherche) CNRS/MCC MAP (Modelli e simulazioni per l’Architettura e il Patrimonio). Co-presidente del congresso internazionale UNESCO/IEEE/EG Digital Heritage (Marsiglia 2013, Granada 2015) e coordinatore di attività scientifiche nazionali (ANR, FUI, Défi CNRS) e internazionali (FP7, PSP, Marie-Curie, H2020 ), le sue attività di ricerca si concentrano sul rilievo, la modellizzazione geometrica e l’arricchimento semantico delle rappresentazioni digitali di elementi del patrimonio, così come sulla concezione e sviluppo dei sistemi d’informazione multiscalari.
Editore associato di due riviste internazionali (Elsevier Journal of Cultural Heritage, ACM Journal on Computing and Cultural Heritage), dal 2016 è membro nominato al Comité National de la Recherche Scientifique e membro del Comité de Pilotage Scientifique del Défi7 dell’ANR. Il suo lavoro è stato riconosciuto nel 2007 con il Premio Pierre Bézier della Fondation Arts et Métiers e nel 2016 con la medaglia della ricerca e della tecnica dell’Académie d’Architecture.

LAURA MARCOLINI

Dopo gli studi di Lettere e Storia dell’arte e alcune collaborazioni con gallerie ed editori, segue un Master di fotografia (John Kaverdash Academy) e inizia una lunga collaborazione (2006-2014) con alcune riviste di settore, tra cui Il fotografo, come redattore e  photoeditor.  Interessata alla relazione tra l’uomo, l’arte e la tecnologia nello sviluppo dell’estetica, si avvicina al gruppo artistico Studio Azzurro, con cui inizia a collaborare all’ideazione e ai contenuti per l’ambiente sensibile In Principio (e Poi). Successivamente prosegue la collaborazione all’ideazione e alla direzione artistica per numerosi progetti tra cui: Studio Azzurro, Immagini sensibili, una retroprospettiva (Palazzo Reale, Milano, 2016), Miracolo a Milano, ambiente sensibile (Palazzo Reale, Milano, 2016), Renzo Piano. Progetti d’acqua (Fondazione Vedova, Magazzino del Sale, Venezia, 2018).
In occasione di Milano ArchWeek 2017, con Pietro Lembi e Alberto Danelli, realizza l’installazione portatile Spazio Imperfetto a Palazzo dell’Arte. Ha collaborato con altri artisti e partecipato al coordinamento delle Stazioni Creative (Spazio MIL – Archivio Sacchi, Sesto San Giovanni) del 2016 e del 2018.
Dal 2017 partecipa al progetto di Valentina Valentini (La Sapienza, Università di Roma) e Cosetta Saba (Università degli Studi di Udine) per il Censimento e la mappatura degli archivio video presenti in Italia.

CARLO RATTI

Carlo Ratti nasce a Torino nel 1971. Dopo il diploma di maturità scientifica si laurea in Ingegneria Civile al Politecnico di Torino con dignità di stampa ed all’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées di Parigi; consegue un Master of Philosophy in Environmental Design in Architecture alla University of Cambridge e sempre a Cambridge anche un PhD. È Fulbright Senior Scholar al Massachusetts Institute of Technology, School of Architecture and Planning (Media Lab, Tangible Media Group), Research Scientist and Director del Senseable City Laboratory, Department of Urban Studies and Planning and MediaLab, (MIT). Nel 2002 fonda lo studio Carlo Ratti Associati. È coautore di più di 200 pubblicazioni e collaboratore fisso di Domus e Il Sole 24 Ore. Ha scritto anche per la BBC, La Stampa, Scientific American e il New York Times. I suoi lavori sono stati esposti in tutto il mondo: alla Biennale di Venezia, al Barcelona Museu Design, al Sciente Museum di Londra, al Graffta ( Gray Area Foundation For Arts ) di San Francisco e al Moma di New York.

SERGEI TCHOBAN

Architetto russo naturalizzato tedesco, professionista pluripremiato per i soi progetti. La sua attività si svolge tra l’Europa e la Russia. Membro dell’Unione degli architetti tedeschi (Bund Deutscher Architekten – BDA), dell’Unione degli architetti della Russia e dell’Unione dei pittori della Russia, accademico della filiale moscovita dell’Accademia internazionale di architettura e membro ad honorem dell’Accademia russa di belle arti. Appassionato disegnatore e collezionista di disegni ha creato nel 2009 la Tchoban Foundation che ha sede nel Museum of Architectural Drawing a Berlino nell’edificio da lui progettato. Obiettivo: dare vita a una fonte per la ricerca sul disegno di architettura e la sua storia per rispondere agli interrogativi che si pongono oggi: che cosa è il disegno oggi? Quale posto può avere il disegno tradizionale nell’era del digitale? Quale deve essere il ruolo della didattica in questo processo? La collezione della Fondazione va dal disegno rinascimentale a Lebbeus Woods, passando per Andouet du Cerceau, Piranesi, Wright, e molti altri.

Back to Top