Politecnico di Milano | Dipartimento ABC | Dipartimento DAStU | Dipartimento di DESIGN

40° Convegno Internazionale dei Docenti delle Discipline della Rappresentazione
XV Congresso della Unione Italiana per il Disegno
MILANO  13 | 14 | 15 settembre 2018

RAPPRESENTAZIONE/MATERIALE/IMMATERIALE
Drawing as (in)tangible representation

Full paper submission e norme redazionali (entro il 5 maggio 2018)

Scarica QUI l’elenco degli abstract selezionati

Norme Redazionali

INDICAZIONI GENERALI

Il contributo potrà essere redatto in una lingua a scelta fra italiano o spagnolo e dovrà essere corredato dalla versione in lingua inglese (specifiche da 1 a 7); è consentito presentare il contributo anche solo in lingua inglese (specifiche da 3 a 7).

Il testo non dovrà superare le 15.000 battute e includere un abstract di lunghezza non superiore alle 600 battute; potrà essere corredato da immagini (massimo 10 figure).

La presentazione del contributo implica che lo stesso sia inedito. Gli autori garantiranno, inoltre, che il contenuto e le immagini pubblicate non siano sottoposte a copyright. Particolare attenzione dovrà essere posta nel richiamare le fonti e gli eventuali lavori di altri autori; ogni citazione dovrà essere debitamente verificata dall’autore.

La Redazione si riserva di apportare le modifiche redazionali che si rendessero opportune.

Autori: indicare per esteso tutti gli autori del paper.
Si ricorda che la pubblicazione del contributo negli Atti sarà subordinata al pagamento della quota di iscrizione al Convegno di almeno un autore.

SPECIFICHE PER L’INVIO DEI CONTRIBUTI

L’invio dei contributi avverrà attraverso il caricamento diretto sulla piattaforma OCS dei seguenti file e secondo due fasi:

  1. un file di testo con titolo, abstract, parole chiave, contributo e note, in formato .doc o .docx, nella lingua prescelta fra italiano o spagnolo;
  2. un file di testo con le didascalie delle figure, in formato .doc o .docx, nella lingua prescelta;
  3. un file di testo versione in lingua inglese del contributo, in formato .doc o .docx;
  4. un file di testo versione in lingua inglese delle didascalie delle figure, in formato .doc o .docx;
  5. un file di testo con la bibliografia, in formato .doc o .docx;
  6. un file in formato .tiff per ciascuna immagine (al massimo in numero di 10);
  7. un file in formato .pdf, impaginato liberamente, contenente: il titolo, l’abstract, il testo, le immagini e le didascalie nella lingua prescelta; il titolo, l’abstract, il testo, le immagini e le didascalie in inglese; la bibliografia. In tale file NON dovrà comparire il nome (i nomi) dell’autore (degli autori), la struttura di appartenenza, né alcun altro riferimento che lo (li) possa rendere riconoscibile/i.

1.TESTO:

  • a seconda della lingua prescelta, l’autore dovrà rinominare il file (con estensione .doc o .docx) secondo la seguente sintassi:

cognome_nome_text_ita,
cognome_nome_text_esp;

  • carattere del testo: Arial (11pt, interlinea singola), per i caratteri in lingua greca: GreekC;
  • il file dovrà includere, nel seguente ordine:
  1. focus;
  2. titolo del contributo (nella lingua prescelta);
  3. nome autore/autori;
  4. informazioni sull’autore/i: struttura di riferimento (Dipartimento e Università), e-mail;
  5. abstract (nella lingua prescelta): massimo 600 battute, spazi inclusi. L’abstract dovrà brevemente inquadrare l’ambito in cui si muove lo studio, lo stato dell’arte sulla materia, la metodologia di indagine applicata, i risultati e le conclusioni dello studio. Sarà opportuno evitare qualsiasi citazione e riferimento bibliografico;
  6. parole chiave (nella lingua prescelta): 3 parole chiave per l’indicizzazione dell’articolo;
  7. testo (nella lingua prescelta): massimo 15.000 battute, spazi inclusi, comprendenti abstract, note, bibliografia (da accludere in separato file, vedi punto 5);
  • particolare attenzione dovrà essere posta nel richiamare le fonti e gli eventuali lavori di altri autori;
  • ogni citazione dovrà essere verificata dall’autore;
  • i termini in una lingua diversa da quella prescelta andranno resi in corsivo;
  • il testo potrà essere diviso in paragrafi;
  • le note saranno inserite in chiusura, con richiami nel testo in numeri arabi. In caso di riferimenti bibliografici con titolo presente nel file bibliografia, indicare soltanto Cognome e anno, pagina/e (es.: Kemp 1994, pp 123-125). In caso di riferimenti bibliografici con titolo presente solo nella nota, indicare titolo completo, seguendo i criteri per le citazioni bibliografiche (vedi punto 3);
  • i richiami alle figure, se necessari, dovranno essere inseriti nel testo tra parentesi tonde: es. (fig. 1), (figg. 1, 2), (figg. 1-3).

Gli autori potranno limitarsi alla redazione del solo contributo in inglese (cfr. punto 3).

2.DIDASCALIE:

  • a seconda della lingua prescelta, l’autore dovrà rinominare il file (con estensione .doc o .docx) secondo la seguente sintassi:

cognome_nome_captions_ita,
cognome_nome_captions_esp;

  • carattere del testo: Arial (11pt), per i caratteri in lingua greca: GreekC;
  • le didascalie delle figure dovranno essere numerate in ordine progressivo: 1_ ,2_ ,3_ , ecc.

Gli autori potranno limitarsi alla redazione del solo contributo in inglese (cfr. punto 4).

3.TESTO IN INGLESE:

  • l’autore dovrà rinominare il file (con estensione .doc o .docx) secondo la seguente sintassi:

cognome_nome_text_eng;

  • iI testo dovrà essere redatto integralmente in lingua inglese (titolo, abstract, parole chiave, testo con note), mantenendo la struttura e le indicazioni redazionali elencate al punto 1.

4.DIDASCALIE IN INGLESE:

  • l’autore dovrà rinominare il file (con estensione .doc o .docx) secondo la seguente sintassi:

cognome_nome_captions_eng;

  • carattere del testo: Arial (11pt, interlinea singola), per i caratteri in lingua greca: GreekC;
  • le didascalie delle figure devono essere numerate in ordine progressivo: 1_ ,2_ ,3_ , ecc.

5.BIBLIOGRAFIA:

  • l’autore dovrà denominare il file (con estensione .doc o .docx) secondo la seguente sintassi:

cognome_nome_biblio;

  • per la redazione della bibliografia andranno seguite le Norme internazionali ISO 690 del 1987, la cui adozione nazionale è del febbraio 2007, in particolare:

Monografie

Cognome e Nome autore per esteso. Anno edizione. Titolo dell’opera (corsivo). Luogo edizione: casa editrice, anno, numero di pagine del volume. ISBN: 123456. Eventuale titolo dell’edizione originale nella lingua originale, con gli stessi criteri seguiti per l’italiano. NB: Il luogo di edizione va indicato nella lingua originale: Paris e non Parigi, London e non Londra. Esempio:
Kemp Martin, 1994. La scienza dell’arte: prospettiva e percezione visiva da Brunelleschi a Seurat. Firenze: Giunti, 1994, 4254 p. Traduzione di XXXX. ISBN: 123456. Ed. orig. The science of art: optical themes in western art from Brunelleschi to Seurat. New Haven: Yale University press, 1990. ISBN 123456.

Contributi in volume

Cognome e Nome autore per esteso. Anno edizione. Titolo in tondo. In Cognome, Nome autore per esteso. Titolo monografia (corsivo). Luogo edizione: casa editrice, anno, eventuale vol., pp. ISBN: 123456. Eventuale titolo dell’edizione originale nella lingua originale, con gli stessi criteri seguiti per l’italiano. NB: Il luogo di edizione va indicato nella lingua originale: Paris e non Parigi, London e non Londra. Esempio:
Wrigley Martin, 1994. Brunelleschi. In Steel David. La scienza dell’arte: prospettiva e percezione visiva da Brunelleschi a Seurat. Firenze: Giunti, 1994, vol. 2, pp. 44-56. ISBN: 1234.

Articoli in riviste

Cognome e Nome autore per esteso, anno edizione. Titolo in tondo. Titolo rivista in corsivo, anno, eventuale vol., pp. Esempio:
Wrigley Martin, 1968. Brunelleschi. Disegnare. Idee Immagini, 42, 201, 1968, pp. 44-56.

6.FIGURE:

  • ciascun file (con estensione .tiff) dovrà contenere un’unica immagine e dovrà essere rinominato secondo la seguente sintassi (numerando progressivamente le immagini):

cognome_nome_fig01, ecc.

  • le immagini a corredo del testo potranno essere al massimo in numero di 10, fornite a risoluzione di 300 dpi su base 15 cm;
  • i numeri delle figure dovranno corrispondere a quelli eventualmente citati all’interno del testo.

7.PDF PER BLIND PEER REVIEW

  • l’autore dovrà rinominare il file (con estensione .pdf) secondo la seguente sintassi (il file sarà poi rinominato dal sistema, rimuovendo il nome dell’autore e sostituendolo con il codice a lui corrispondente):

cognome_nome_rw;

  • il testo contenuto all’interno del file dovrà essere lo stesso contenuto nei diversi file in formato .doc o .docx, ma dovrà essere anonimo per garantire una corretta valutazione da parte dei revisori. A tal fine non dovranno comparire il nome (o i nomi) dell’autore (o autori) e le informazioni sull’autore (o autori);
  • il file dovrà includere due versioni – quella in italiano o spagnolo e quella in inglese – contenenti:
  1. focus,
  2. titolo del contributo,
  3. abstract,
  4. testo con note, figure, didascalie e bibliografia;
  • le immagini potranno essere inserite nella posizione preferita dall’autore, secondo l’impaginazione adottata strettamente funzionale all’invio del contributo in forma anonima ai revisori;
  • gli autori che presenteranno il contributo esclusivamente in lingua inglese, invieranno il documento per la peer review direttamente nella sola versione redatta in inglese.
Scarica QUI le Norme Redazionali in formato PDF

SUBMISSION

L’invio dei contributi avverrà attraverso il caricamento diretto sulla piattaforma OCS dei precedenti file e secondo due fasi:

1.CARICARE IL MANOSCRITTO (IL PDF PER BLIND PEER REVIEW)
Dalla relativa sessione, cliccare su “Sfoglia” per aprire la finestra del browser e così localizzare il file in formato .pdf da sottoporre al Convegno e selezionarlo. Cliccare “Apri” e, quindi, “Carica”: il file .pdf verrà caricato sulla piattaforma e rinominato per garantire l’anonimato. Solo una volta che la submission è caricata correttamente, cliccare “Salva e continua” in fondo alla pagina.

2.CARICARE FILE EDITABILE (IN UNICA CARTELLA .ZIP)
Questo passo del processo di submission permette agli autori di riversare i file editabili richiesti nelle presenti Norme Redazionali (punti 1-6 o 3-6 a seconda della lingua prescelta). Questi file dovranno essere indicizzati dallo stesso autore, identificando la loro natura (testo in lingua originale – italiano o spagnolo – testo in lingua inglese, immagini, ecc., cfr. punti 1-6). I file andranno caricati in unica cartella compressa in formato .zip – così rinominata: cognome_nome – e saranno disponibili alla Segreteria Organizzativa nel loro formato originale ai fini della eventuale pubblicazione.
Al successivo passo METADATI DEL FILE EDITABILE compilare i campi del modulo relativi al “Titolo” (* campo obbligatorio: cognome_nome) ed eventualmente al “Tipo” (“Altro”). Quindi “Termina la submission”.

NOTA PER GLI AUTORI
In relazione alla denominazione dei file per il caricamento sulla piattaforma, si pregano gli autori di prestare particolare attenzione alla corretta sintassi di digitazione e all’anonimato del file .pdf.

Norme per la compilazione dell’abstract (chiuso il 30/01/18)


Norme per la compilazione dell’abstract (in una delle lingue ufficiali e in inglese)
Le lingue ufficiali del convegno sono l’italiano, l’inglese e lo spagnolo.

Autori (indicare per esteso tutti gli autori del paper)
Ente di appartenenza
Ruolo
email
Telefono
Titolo del contributo
Parole chiave (fino a 5 max)
Focus di riferimento suggerito: 

Suddividere l’abstract in quattro parti:

  • Breve descrizione dell’oggetto di studio
  • Stato dell’arte e riferimenti bibliografici principali
  • Definizione delle metodologie adottate nella ricerca
  • Obiettivi perseguiti e raggiunti

Per ogni punto scrivere circa 600 battute per un totale massimo di 2400 battute complessive, spazi inclusi.

  •  Allegare una immagine significativa relativa al contributo.

In caso di accettazione dell’abstract, si chiede di segnalare la disponibilità alla presentazione del paper in inglese in quanto si prevede almeno una sessione in lingua inglese.

Gli abstract e i paper saranno soggetti a double peer review. I paper selezionati saranno pubblicati.
Non tutti i paper pubblicati saranno ammessi alla presentazione orale.

Istruzioni per il caricamento degli abstract 
Per l’invio del contributo collegarsi al seguente indirizzo:
https://goo.gl/JxMEsu


Se già registrati in questo sito (ad esempio, in occasione dei Convegni UID2015, UID2017, ecc.), sarà possibile recuperare la password eventualmente dimenticata, altrimenti, in caso di nuovo utente, sarà necessario registrarsi (creando un account come “Autore”).
Dopo essersi loggati, per sottomettere un abstract al Convegno UID2018 cliccare su “PRIMO PASSO DEL PROCESSO DI SUBMISSION” e inserire, al Passo 2, i metadati del paper compilando le informazioni richieste nel relativo modulo online, sia in lingua italiana sia in lingua inglese e solo successivamente cliccare su “Salva e continua”. Allegare poi, al Passo 3, un’immagine significativa relativa al contributo; il file dovrà essere caricato in formato tiff (“Sfoglia” per selezionare l’immagine, “Carica” per l’upload). Infine, al Passo 4, conferma e “Termina la submission”.

 

Back to Top